Albo d'oro poesie 2010

 

TITOLO POESIA

PROVENIENZA

AUTORE

1)

Voce dal carcere

Volvera TO

Roberto Mestrone

2)

E l'aquilone vola

Molina di Quosa PI

Mariani Tullio

3)

C'era una volta

Stradella PV

Bruno Civardi

 

Classifica concorso di poesia 2010

TITOLO POESIA PROVENIENZA AUTORE
Voce dal carcere Volvera (TO) Roberto Mestrone
E l'aquilone vola Molina di Quosa (PI) Mariani Tullio
C'era una volta Stradella (PV) Bruno Civardi
La panchina Roma Magliana (RM) Franca Maria Canfora
Pioggia Pavia (PV) Carla Brega
L'aquilone Angera (VA) Anna Maria Folchini Stabile
Magico momento Stradella (PV) Maria Grazia Vercesi
Anziani Genova (GE) Sabrina Bordone
Soldati Roma Alvaro Staffa
Immenso Genova (GE) Mauro Lattarulo
Quelle mani Varazze (SV) Mario Traversi
Flora Saluzzo (CN) Stefania Di Vita
Il sorriso dei vecchi Palermo Insinna Emanuele
Scorre sabbia Rimini (RN) Maria Concetta Selva
Non buttavi via mai niente Corlo (FE) Barbara Cannetti

Immagini del concorso di poesia 2010

 

Non buttavi via mai niente

NON BUTTAVI MAI VIA NIENTE

 

Non buttavi mai via niente.

"Il tempo -indifferente ad ogni rimpianto-

cancella le vecchie orme,

proprio come d'autunno

si svestono le fronde,

non c'è bisogno del nostro intervento",

questo dicevi ai miei vent'anni

che nel primo sole già vedevano l’estate

e sorridevano di quella tua mania

di trattenere tra le dita la vita

di mettere via brandelli di passato

per conservarlo accanto alle pesche sciroppate,

alle marmellate, alla passata di pomodoro

con la data stampigliata a mano.

Ma ora, nell'ora del distacco,

anch'io ricerco rovisto riordino:

spinto dal desiderio di ritrovare un segno,

una qualunque cosa che dica di noi storia

o che mi rinnovi memoria.

Ti ritrovo madre nei giochi che hai riposto

sulle mensole del ripostiglio, assieme ai quaderni

ed a mille altre scene di figlio;

nelle pagine di un diario

nascosto in una vecchia scatola

ti scopro per la prima volta donna.

E che dire dei rami appesi accanto ai fornelli?

non voglio farli risplendere di nuova luce

(anche se cova sotto la cenere degli anni)

perché proprio non riesco ad immaginarli altrove,

lontano da questa vecchia cucina

in cui si sente ancora l'odore del buon cibo.

È qui che lascio marinare pensieri, stagioni

sull'orlo di un rimpianto che contiene un tempo antico

mentre la gola che rimbomba di pianto,

fa da eco alla tua assenza,

a tutto quel che s'è cancellato,

al dolore che s'è moltiplicato

proprio quando credevo che tutto fosse sotto controllo.

 

AUTORE: BARBARA CANNETTI

 

Scorre sabbia

SCORRE SABBIA

 

Da sottile malia avviluppata

scopro antiche parvenze di bellezza passata

nel tuo volto di madre

che scandisce il tempo che passa

mentre sferruzzi fili di pensieri.

E mentre al bacio di Morfeo

L’occhio tuo comincia a chiudersi,

s’aprono nella mente mia mille porte chiuse,

quando portavo trecce sulle spalle

e ti riempivo di domande caracollando sul dorso dei perché!

Sfugge dai tuoi occhi senza tempo,

or poggiati su una foto di comò,

mentre preghi e guardi il tuo compagno di una vita,

una lacrima che empie 1'animo di solitudine

sincronizzando lentamente i battiti del cuore.

 

Osservo muta il tuo pianto silenzioso e regale

che assorbe il dolore che non ha mai voce

mentre il tempo anestetizza le ferite dell’addio

e il tuo eterno sogno si scioglie in ricordo

per chi non ha più sonno.

Scorre sabbia nella clessidra della vita

sulla tua beltà per me mai svanita

e nella pace del riposo vedo...

il volto tuo riprender un ardore senza mali

mentre con il pensiero e il cuore da lui voli!

 

AUTORE: MARIA CONCETTA SELVA

 

Il sorriso dei vecchi

IL SORRISO DEI VECCHI

 

I vecchi sono alberi d’inverno

con le loro foglie ingiallite

tenacemente attaccate ai rami della vita

e teneramente accarezzate

dal vento dei ricordi.

Parlano a bassa voce,

si muovono con passo strascicato e molle,

ma si muovono leggiadri

fra ombre di memorie

e vivono quieti nelle braccia del silenzio.

Ma quando chiudono gli occhi,

vanno fuori dal tempo,

odono il mormorio lontano

dei venti di primavera

che soffiano un respiro felice

e desta, piano piano, un ricordo lieto.

Ecco perché, chiudono spesso gli occhi

in sonni di poca durata,

le bocche si aprono al sorriso

e si dissolvono in queste brevi estasi

come onde che s’infrangono sulle rocce

e muoiono in schiuma.

Così perdono la memoria del brivido dolente,

dove la gioia e l’ira si quieta

nel verde filare di cipressi.

 

AUTORE: EMANUELE INSINNA

 

Quelle mani

QUELLE MANI

 

Mi mostrava le sue mani

callose e ruvide,

segnate come i campi

che lavorava da una vita.

Mani aperte,

imploranti come in una muta preghiera

a quel cielo che aveva mandato la grandine,

invece della pioggia sperata.

Mi mostrava l’uva falcidiata,

gli acini sventrati,

gravidanze interrotte

che non avrebbero maturato

i parti d'autunno,

quel vino nel quale aveva sperato tanto.

Guardavo le sue mani

e non trovavo parole

per quella cupa disperazione

che rifletteva storie antiche

ma sempre ricorrenti per la gente dei campi.

Poi, d’improvviso, il sole,

quasi un invito a continuare.

“Ce la farai, vecchio mio.”

E guardai ancora quelle mani

che il tempo aveva quasi mineralizzato

assorbendole come componenti

di una terra spesso matrigna,

ma pur sempre amata...

Mani che parlavano un linguaggio di altri tempi,

ormai superato e quasi incomprensibile.

Di una razza in estinzione....

 

AUTORE: MARIO TRAVERSI

 

Immenso

IMMENSO

 

Nella notte cieca,

la luna incinta di luce piena,

radiava il plenilunio.

Bastava alzare di poco la testa e la si vedeva.

Lì.

Ferma.

Come una grande ostia,

dipinta sulla tela nera del cielo.

A distanze variabili,

schizzi di giallo,

puntualizzavano le stelle.

Un quadro incommensurabile,

esposto nella galleria permanente

del museo d’arte dell'Universo.

Un affresco sul muro del mondo,

apparentemente fermo,

ma vivo,

fatto di movimenti impercettibili.

Buio.

Profondità.

Distanze.

L’occhio prende tutto... ma la mano tocca vuoto,

lassù, nell’immenso.

 

AUTORE: MAURO LATTARULO

 

Pagina 1 di 3

120786
Oggi
Ieri
Questa settimana
Settimana scorsa
Questo mese
Ultimo mese
Totali
2
73
163
106587
505
931
120786

Free business joomla templates

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie. Maggiori informazioni