Albo d'oro poesie 2011

 

TITOLO POESIA

PROVENIENZA

AUTORE

1)

Dorme la mia città profondamente

Luco dei Marsi AQ

Vicaretti Umberto

2)

Cosa mi manca?

Albiate MB

Sala Enrico

3)

Le mie radici

Veroli FR

Fiorini Franco

 

Classifica concorso di poesia 2011

TITOLO POESIA PROVENIENZA AUTORE
Dorme la mia città profondamente Luco dei Marsi AQ Vicaretti Umberto
Cosa mi manca? Albiate MB Sala Enrico
Le mie radici Veroli FR Fiorini Franco
Il tetto rosso Milano Ciampella Atonia
Pioggia scrosciante Livorno Corsi Alessandro
Ascoltare il silenzio Corsanico LU Mugnaini Ivano
L’albero vecchio Vicenza Noro Carla
Terra Castel San Pietro Terme BO Bartolini Monica Patrizia
Nessun pianto Gallarate VA Bani Anna
Io sono pietra Rosà VI Meneghetti Graziella

Immagini del concorso di poesia 2011

 

Classifica concorso di poesia 2011 - Ragazzi

TITOLO POESIA PROVENIENZA AUTORE
Vie celesti Inverigo (CO) Cavinato Alice
Novilunio Rovereto di Cadeo (PC) Tuveri Stefania
L’autunno Stradella (PV) Losio Federico
Tre anni dopo Stradella (PV) D’Elia Miriam
La culla del mio io Spoleto (PG) Guerrini Greta

Immagini del concorso di poesia 2011

 

Le mie radici

Le mie radici

 

Pescano al fondo le mie radici:

succhiano linfa di terra, antica una vita,.

Un’infanzia spesa a rincorrere il vento a sentieri di stupore,

scalzi i piedi al sangue rosso dei papaveri,

le braccia aperte il mondo ad abbracciare.

Erano verdi le mie avventure

quando il tempo era fermo a una stagione

e le lucciole erano stelle a cieli di trifoglio.

Erano d’oro le mie colline

come i brividi di falce sulle spighe

a concerti monocordi di cicale

a zittire nenie di grilli tra le stoppie.

 

Pescano al fondo le mie radici:

sanno di terra arata che mi pulsa in mano

e di acqua canterina alla corrente;

mi parlano di vigne e di sementi,

degli ulivi millenari in mezzo ai sassi

generosi ed aspri come la mia gente.

Una donna curva al fumo caldo delle zolle

le mani a tormentare a terre di gramigne.

 

Ansiosa una madre sulla soglia

e quelle mani fattesi carezza,

fragranza di farina e pane bianco.

Di mio padre memoria i suoi ritorni

fioriti all’ombre lunghe dei tramonti:

dentro le tasche segreti da scoprire,

in fondo agli occhi silenzi da rubare.

 

Pescano al fondo le mie radici:

portano linfa antica al mio presente.

E gli ulivi già sembrano d’argento

all’autunno che mi viene incontro,

dolce, come la terra che mi porto dentro.

 

Fiorini Franco, Veroli (FR)

 

Motivazione:

Il componimento, incentrato sul tema degli affetti e della memoria, è caratterizzato da versi malinconici, con i quali l’autore ricerca ricordi velati e sfocati, lontani nel tempo e nello spazio: un efficace inno alla vita. in cui la malinconia si mischia alla gioia per quei ricordi così preziosi. Come fosse una carezza, l’immagine finale ci trasmette realmente la dolcezza dell’autunno; un autunno che ha in sé la linfa di una vita trascorsa con amore e passione, per la terra e le persone.

 

Cosa mi manca?

Cosa mi manca?

 

Ostaggio

di un vecchio cortile,

circondato da case

con sciarpe di grondaia

e baschi di tegole,

un gatto nero sgomitola ricorda.

 

Riaccende,

sulle pietre

lisciate dal tempo,

la lanterna delle emozioni

e si ricompongono,

in questo scalzo mio disordine,

tasselli confusi

agli argini della memoria.

 

Rapito da un’onda

riflessa dal portico,

rivedo gli occhi di mia madre

felici del nulla

mentre oggi io patisco

la rinuncia del superfluo.

 

BRASILI Luigi, Tivoli (RM)

 

Motivazione:

Malinconica e struggente lirica d’amore: con brevi tratti di penna, che sembrano scritti di getto, il poeta denuncia con dolce sensibilità la personale “non rinuncia al superfluo”, conducendo il lettore all’interno di un mondo dove si scoprono emozioni e sentimenti atemporali, Gli ultimi 4 versi, di grande impatto, colpiscono nel segno e fanno riflettere tutti noi (non solo l’autore) sulla società che abbiamo costruito e in cui viviamo.

 

Dorme la mia città profondamente

Dorme la mia città profodamente

 

Vedi, torno alla mia città caduta,

alle sue strade dai perduti passi,

ai campanili senza più canzoni.

 

Dorme la mia città,

dorme la mia città profondamente.

Larga come la notte ha una ferita

che artiglia ancora e ancora ancora brucia.

 

No, non cercare fiati tra le pietre:

la mia città respira oltre le stelle,

nell’aria azzurra di silenzio e luce.

Tesse animati e freschi crocevia,

un labirinto dolce di ritorni

per gli abbracci scordati alla partenza.

Muovono lievi e trepide le ombre

tra le cento contrade rifiorite

a questo aprile vivo di memorie.

 

La mia città respira oltre le stelle,

ha un fremito leggero se accarezzi

una selce anche solo con lo sguardo.

Lentamente riannoda le sue fibre,

promessa, come l’Araba Fenice

(tenacemente ricordando il sole),

al volo che riaccenda un tempo nuovo.

 

Allora poserò, come Tommaso,

sopra le antiche mura la mia mano.

 

Vicaretti Umberto, Luco dei Marsi (AQ)

 

Motivazione:

Poesia di singolare valenza comunicativa, per l’uso di un linguaggio caratterizzato da semplicità e immediatezza; il legame profondo con la terra natia ed il flusso di immagini, anche dolorose, dilatate oltre il ricordo personale dell’autore, emanano pathos intenso. L’autore trasforma il dolore in musica ed il lettore viene rapito da sprazzi di speranza.

 

Elenco finalisti in ordine alfabetico 2° concorso di poesia

Titolo Poesia Provenienza Autore
Nessun Pianto Gallarate VA ANNA BANI
Terra Castel San Pietro Terme BO PATRIZIA MONICA BARTOLINI
Il Tetto Rosso Milano ANTONIA CIAMPELLA
Pioggia Scrosciante Livorno ALESSANDRO CORSI
Le Mie Radici Veroli FR FRANCO FIORINI
Io Sono Pietra Rosa' VI GRAZIELLA MENEGHETTI
Ascoltare Il Silenzio Corsanico LU IVANO MUGNAINI
L'Albero Vecchio Vicenza CARLA NORO
Cosa Mi Manca Albiate MB ENRICO SALA
Dorme La Mia Citta' Profondamente Luco Dei Marsi AQ UMBERTO VICARETTI
 
120786
Oggi
Ieri
Questa settimana
Settimana scorsa
Questo mese
Ultimo mese
Totali
2
73
163
106587
505
931
120786

Free business joomla templates

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie. Maggiori informazioni