Follemente cieco

Follemente cieco

 

Tiravi i fili della mia esistenza,

salivo svelto

sui treni infiniti delle tue parole.

Spostavi le porte dei tuoi sogni,

seguivo agile

l’ordito complesso dei tuoi desideri.

Falena spaventata,

mi attirava la luce della tua gioia

ma perpetuamente mi scottavo

con il calore intenso della tua rabbia.

La tua bellezza era corda

che stringeva i polsi del mio orgoglio.

La tua indifferenza tendeva

il vibrante elastico della mia paura,

su cui danzava come acrobata

il tuo offuscato egoismo.

Il mio sognante sguardo

stupido s’infrangeva sulla tua corazza,

mentre buttavi nei miei occhi

la sabbia pungente della vanità,

vagavo nell’illusione dei ricordi,

follemente cieco.

 

BAROFFIO Alessio,  Gorla Minore (VA)

 
108789
Oggi
Ieri
Questa settimana
Settimana scorsa
Questo mese
Ultimo mese
Totali
20
10
61
94713
365
828
108789

Free business joomla templates

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie. Maggiori informazioni